Categorie
Cucina km 0 Prodotti Ricette

Gelee di Mela cotogna

Una gelatina che trattiene tutto il sapore della mela cotogna ottima da gustare con formaggi, nello yogurt, nelle cheesecake o sul pane

L’autunno non è solo il periodo delle castagne o dei funghi; quest’anno abbiamo raccolto tante (ma tante!) mele cotogne. In un primo momento abbiamo fatto la marmellata, ma poi abbiamo voluto sperimentare qualcosa di diverso.

Le mele cotogne non sono un frutto facile, hanno bisogno infatti di essere lavorate per essere assaporate, per via della loro consistenza. Sono però cariche di proprietà ottime per il nostro organismo e contengono molta pectina, che permette di fare delle preparazioni naturali.

Vi presentiamo oggi la gelatina delle mele cotogne del nostro frutteto; una ricetta facile da preparare, che richiede però una preparazione lunga.

Ingredienti

1 chilo di mele cotogne

500 g di zucchero

Pectina in Polvere (non obbligatoria, può non servire)

Succo di 2 limoni

Procedimenti
  1. Come prima cosa, mettete una pentola sul fuoco con abbondante acqua potabile. Le mele cotogne devono essere ricoperte, ma fate attenzione non strabordi una volta che le versate.
  2. Dunque iniziate a lavorare il frutto: sfregate bene con uno straccio le mele cotogne per togliere la pellicina che le ricopre; tagliatele a pezzi (cuociono prima) e metteteli man mano in una ciotola con dell’acqua, per far sì che vada via la sporcizia.
Se hanno parti nere è meglio toglierle, anche se non finiranno nel prodotto finale

3. Scolate la ciotola con le mele cotogne e versatele tutte nell’acqua che avete messo sul fuoco. Quando bolle, lasciate a fuoco basso per 40 minuti e iniziate a spremere il succo dei due limoni.

4. Controllate che siano ben cotte, dunque preparate la strumentazione: serve un grande scolapasta per contenerle e un contenitore sotto che deve tenere l’acqua che scolerete. Scolate il tutto e sistemate lo scolapasta sopra la ciotola con l’acqua scolata (io ho usato due mestoli per tenerlo). Potete lasciarlo così per un’ora e poi schiacciare con una schiumarola le mele cotogne per far scendere altro succo, oppure lasciarle tutta la notte a sgocciolare.

5. Nel frattempo, potete mettere a bollire i barattoli (per 1 chilo ne serviranno circa 6), che dovranno bollire completamente ricoperti d’acqua per essere perfettamente sterilizzati. Questo processo è molto importante per assicurarvi la durata del prodotto nel tempo.

6. Una volta ben sgocciolate, portate il liquido che avete ricavato sul fuoco a fiamma bassa; aggiungete il succo dei limoni, lo zucchero (500g un poco alla volta) e lasciate bollire per 15 minuti.

7. A questo punto, dovrebbe addensarsi automaticamente se il frutto non era troppo maturo, essendo già ricco di pectina; provate dopo i 15-20 minuti a versare un cucchiaino del liquido in un piatto: se si addensa, potete spegnere il fuoco, altrimenti aggiungete 1 o 2 bustine di pectina per favorire l’addensamento e lasciate cuocere altri 10 minuti.

8. Una volta addensata (provate sempre con la prova piattino!), spegnete dal fuoco e versate dentro ai barattoli ancora bollente. Chiudete questi ultimi a lasciateli a testa in giù per circa 30 minuti, di modo che si formi il sottovuoto.

Ecco a voi la vostra gelatina di mele cotogne! Una conserva diversa, buona e molto fruibile in cucina. Noi la useremo per accompagnare il pecorino stagionato, ma è perfetta per la preparazione delle cheesecake come strato superiore, o anche semplicemente mangiata sul pane o nello yogurt la mattina!

Se avete dubbi, contattateci sui nostri social!

Instagram agriturismolubranu

Facebook Agriturismo Lu Branu