Categorie
Attività Cucina Fattoria Fattoria Didattica Ricette

Mani in Pasta!

Domenica di pioggia o di chiusura? Non vi resta che darvi alla cucina: condividiamo con voi due giorni di laboratorio Mani in Pasta con le ricette tipiche della Gallura

Vi avevamo già anticipato la ricetta della zuppa gallurese, non potevano mancare queste! Questo fine settimana e il prossimo condivideremo con voi due ricette tipiche che vengono generalmente servite nel nostro menù. Sono ricette semplici e che ognuno può fare a casa propria: serve solo un po’ di manualità! Generalmente, facciamo fare questo laboratorio ai bambini in fattoria didattica, perciò, se avete bambini a casa, è il momento giusto per coinvolgerli in qualcosa di divertente.

ph. Alice Secchi

Prima ricetta: Chjusoni, gnocchi galluresi

Chi viene in Sardegna, in particolare in Gallura, non può non averli incontrati: gli gnocchi tipici galluresi, lavorati (scaàti) e non, sono uno dei primi di pasta tipo i della zona.

Non fatevi ingannare dal loro sapore e morbidezza! Negli gnocchi galluresi non c’è uovo, né patate: solo acqua, semola e un pizzico di sale. Il segreto della loro morbidezza sta nell’acqua calda!

Quale periodo migliore per provare a prepararli?

Ingredienti per 4 persone

⁃ Farina di grano duro 500 g
⁃ Acqua calda q.b.
⁃ Sale q.b.

Procedimento

  1. Mettete una pentola sul fuoco con circa 300 ml di acqua e iniziate a misurare la farina in una ciotola sufficientemente grande per contenere l’impasto.
  2. Quando l’acqua sarà calda (non deve bollire!), aggiungetela pian piano alla farina con qualche pizzico di sale, mescolando man mano di modo che non si formino i grumi e dosandola pian piano* (non sarà necessario usarla tutta!).
  3. Una volta preparato l’impasto, coprite la ciotola con un canavaccio e lasciate riposare per 15-30 minuti, giusto il tempo che si compatti bene. Nel frattempo, potete preparare il sugo.
  4. Cospargete un tavolo (possibilmente in legno) di farina, togliete l’impasto dalla ciotola e impastatelo energicamente fino a ottenere un panetto ben compatto.
  5. Fate attenzione a non utilizzare troppa farina o l’impasto potrebbe asciugarsi. Tenete perciò sempre a portata di mano un po’ di acqua per reidratarlo!
* N.B. potrebbe non essere necessario utilizzare tutta l'acqua nella pentola! Dovrete ottenere un impasto di consistenza morbida ma ben compatto. 
p.h Ale Cossu

6. Una volta che l’impasto sarà ben compatto, morbido e liscio, iniziate a lavorarlo con il mattarello per ottenere una superficie liscia, ben stesa e non troppo fine.

7. Tagliate dunque dei filoni, che a loro volta verranno tagliati in piccoli pezzi (1.5 cm ca. l’uno). A questo punto, potete utilizzare una grattugia o anche una forchetta per lavorarli e dargli la forma.

Gli gnocchi possono essere cucinati sul momento o anche congelati. Se sceglierete quest’ultima opzione, fate attenzione che siano ben separati quando li mettete in congelatore, altrimenti si attaccano! Mentre, se preferite cucinarli, impiegano generalmente 8-9 minuti prima di essere pronti. Ve ne accorgerete, perché saliranno tutti a galla.

Noi amiamo condirli con il sugo di carne, ma sono ottimi anche nella versione vegetariana con sugo e una spolverata di ricotta salata o anche semplicemente con il sugo (mi raccomando, fresco!).

ALLERTA SPOILER: prossima settimana, RICETTA ACCIULEDDI!!!!!!!!!!